Normal view MARC view ISBD view

Lo sguardo del fratello in ex-timita : un ritratto di Pirandello / Morana Čale.

By: Čale, Morana.
Material type: materialTypeLabelArticleDescription: 419-436.ISBN: 978953-175-262-6.Other title: The gaze of the brother in ex-timity : Pirandello's short story Un ritratto [Naslov na engleskom:].Subject(s): 6.03 | ritratto, extimita', doppio hrv | portrait, extimity, double eng In: Il doppio nella lingua e nella letteratura italiana str. 419-436Čale, Morana ; Peruško, Tatjana ; Roić, Sanja ; IovinelliSummary: Figura onnipresente nella scrittura pirandelliana, il fantasma del doppio non si limita a ricorrervi semplicemente come motivo del sosia o come trasposizione di intrecci da un genere all'altro, facendosi circoscrivibile e idoneo a descrizioni o elenchi pari a quelli stesi da Jean-Michel Gardair nel suo celebre volume Pirandello e il suo doppio. In quanto la stessa poetica dell'umorismo riposa sull'idea di confronto con l'altro come doppio inverso, Pirandello traccia le linee di un'indagine multiforme sull'identità ; e sull'originalità ; del testo letterario non meno che su quelle dell'individuo finzionale, insidiati ambedue quanto dalla ripetizione coercitiva di forme altrui, tanto dal senso di sdoppiamento semiotico in un'esteriorità ; rappresentante e in un'interiorità ; non rappresentabile e forse vacua. A prescindere dall'impossibilità ; dei suoi biografi e interpreti critici di accertare i contatti dell'Agrigentino col pensiero psicanalitico del suo tempo, la lettura qui proposta della sua novella Un ritratto si trova quasi costretta dall'affinità ; delle rispettive problematiche ad avvalersi degli strumenti metodologici elaborati dal più ; autorevole esegeta freudiano, Jacques Lacan, atti ad affrontare in chiave concettuale i punti nodali del discorso pirandelliano: la costituzione del soggetto nel campo dell'Altro, la non coincidenza dell'occhio e dello sguardo, la fondamentale illusorietà ; dei rapporti intersoggettivi inscenati dal desiderio.
Tags from this library: No tags from this library for this title. Log in to add tags.
No physical items for this record

Figura onnipresente nella scrittura pirandelliana, il fantasma del doppio non si limita a ricorrervi semplicemente come motivo del sosia o come trasposizione di intrecci da un genere all'altro, facendosi circoscrivibile e idoneo a descrizioni o elenchi pari a quelli stesi da Jean-Michel Gardair nel suo celebre volume Pirandello e il suo doppio. In quanto la stessa poetica dell'umorismo riposa sull'idea di confronto con l'altro come doppio inverso, Pirandello traccia le linee di un'indagine multiforme sull'identità ; e sull'originalità ; del testo letterario non meno che su quelle dell'individuo finzionale, insidiati ambedue quanto dalla ripetizione coercitiva di forme altrui, tanto dal senso di sdoppiamento semiotico in un'esteriorità ; rappresentante e in un'interiorità ; non rappresentabile e forse vacua. A prescindere dall'impossibilità ; dei suoi biografi e interpreti critici di accertare i contatti dell'Agrigentino col pensiero psicanalitico del suo tempo, la lettura qui proposta della sua novella Un ritratto si trova quasi costretta dall'affinità ; delle rispettive problematiche ad avvalersi degli strumenti metodologici elaborati dal più ; autorevole esegeta freudiano, Jacques Lacan, atti ad affrontare in chiave concettuale i punti nodali del discorso pirandelliano: la costituzione del soggetto nel campo dell'Altro, la non coincidenza dell'occhio e dello sguardo, la fondamentale illusorietà ; dei rapporti intersoggettivi inscenati dal desiderio.

Projekt MZOS 130-1301070-1064

ITA

There are no comments for this item.

Log in to your account to post a comment.

Powered by Koha